Crea sito

Tag: Piacenza

Della paranoia e dell’umana compassione

Autore: liberospirito 19 Set 2016, Comments (0)

piacenza-2-300x225

Così anche voi apparite giusti all’esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità. (Matteo 23,28)

La paranoia, anche in politica, è pessima consigliera. Abbiamo visto l’altro giorno sulla rete un’intervista al sindaco di Piacenza, Paolo Dosi (il quale ha fama di provenire dall’area dei cattolici impegnati), in attesa della manifestazione di sabato 17 settembre per la morte di Abd Elsalam, travolto e ucciso da un tir davanti ai cancelli della GLS, mentre era in corso una vertenza sindacale, nel settore della logistica alle porte della città.

Abbiamo sentito la vibrata preoccupazione del sindaco per l’eventuale sorte dei parabrezza delle auto e le vetrine dei negozi piacentini di fronte alla minaccia di qualche barbarica invasione; non una parola, invece, di commozione, di cordoglio, di dolore per la persona morta, tanto meno una sia pur minima comprensione per le ragioni della manifestazione. In breve: la paranoia ha preso il sopravvento sull’umana compassione.

Per chi non lo sapesse la manifestazione si è poi snodata per le vie cittadine, numerosa, colorata, piena anche di donne e bambini, molto arrabbiata, ma indubbiamente pacifica. A quel punto al sindaco e a tutti i suoi collaboratori è rimasta solo la brutta figura (per non dir peggio).

Logica (e logistica) della precarietà

Autore: liberospirito 15 Set 2016, Comments (0)

Nella notte tra il 14 e il 15 settembre è successo un fatto gravissimo. E’ avvenuto alle porte di Piacenza, luogo chiave nel settore della logistica (vale a dire la gestione fisica, informativa e organizzativa del flusso dei prodotti dalle fonti di approvvigionamento ai clienti finali). Lì, un lavoratore è stato ucciso, investito da un camion, nel corso di un picchetto sindacale. I media che contano, quelli più seguiti, hanno subito sposato le versioni della procura e della polizia, senza sollevare dubbi di sorta sull’accaduto. I diritti, la dignità dell’essere umano da tempo sono diventate solo parole di circostanza dinanzi a un mondo che avanza, sempre più obbediente alla legge del profitto a ogni costo. La precarietà, la vulnerabilità delle vite  – in una parola, le crocifissioni – sono avvenimenti all’ordine del giorno, su cui c’è poco da stupirsi. Su quanto accaduto ecco di seguito alcune riflessioni di Giorgio Cremaschi, proveniente dalla sua pagine Facebook.

maxresdefault

Abd Elsalam Ahmed Eldanf per la Procura di Piacenza era in gita notturna davanti al magazzino GLS e colto da improvvisa follia si è gettato sotto un camion, uccidendosi. Lui, operaio egiziano con 5 figli, assunto da anni con contratto a tempo indeterminato e in lotta per gli altricome militante della USB (Unione Sindacale di Base).

La procura non ha visto nessuna azione sindacale in corso dopo le 23 del 14 settembre e nulla hanno visto le forze di polizia presenti ai cancelli del magazzino. Dove era in corso una drammatica vertenza sindacale, perché l’azienda si era rimangiati gli impegni sulla regolarizzazione dei precari. Ahmed non era precario, ma rispondendo alle richieste degli altri lavoratori, disperati perché stavano per finire in mezzo ad una strada, e seguendo la sua coscienza di militante sindacale, stava ai cancelli. Qui, quando dall’azienda è giunto l’ordine di far partire comunque i camion con le merci, si è mosso insieme ad altri militanti sperando che quei camion, di fronte ai pianti di chi perdeva il lavoro, si fermassero. Invece è stato investito in pieno e schiacciato e trascinato per metri e metri sotto le ruote del TIR. È un omicidio volontario, ma per i poliziotti e la procura di Piacenza è un incidente stradale il cui autore è gia libero. (…)

Ahmed è stato ammazzato perché guidava una lotta sindacale contro la precarietà e il supersfruttamento. E non è morto nei campi governati dai caporali, ma in una delle città più ricche del ricco Nord. E di fronte ai cancelli di una di quelle modernissime aziende della logistica che tanta pubblicità fanno sulle TV, perché ti consegnano subito a casa qualsiasi merce tu abbia ordinato per internet.

Decine di migliaia di facchini sono alla base della piramide in cima alla quale c’è il pacco che arriva velocemente ovunque. E questi facchini hanno lavorato per anni in condizioni di schiavitù, anche perché molti di loro subivano il doppio ricatto della precarietà e della condizione di migrante sempre a rischio di espulsione.

Giorgio Cremaschi

Voci dall’esilio

Autore: liberospirito 1 Nov 2015, Comments (0)

Voci-dallesilio

Ancora la segnalazione di un incontro.  Anche questo avrà luogo a Piacenza. Fa parte di un mini-ciclo di incontri intitolato Voci dall’esilio. Tre incontri sul tema della relazione fra l’uomo e il cosmo, attraverso il mito, la speranza e il desiderio infinito di nuova innocenza. La serie è iniziata in ottobre con la proiezione di un filmato dedicato a Pierre Rabhi (saggista e agricoltore biologico), con la presenza di Carola Benedetto, regista del documentario.

Invece sabato 7 novembre alle ore 16,30 Federico Battistutta parlerà di Storie dell’Eden. Ecologia e spiritualità: alle radici della crisi contemporanea; in quell’occasione presenterà il suo ultimo libro che si chiama appunto Storie dell’Eden. Prospettive di ecoteologia (Ipoc edizioni). Il luogo in cui avverrà l’evento è la Biblioteca comunale “Passerini-Landi”, in via Carducci, 14.

Il ciclo si chiuderà nel mese di dicembre con una conferenza di Antonietta Potente dal titolo: Se imparassimo a prendere meno posto: complessità delle relazioni. La data è l’11 dicembre, alle ore 21, sempre alla “Passerini-Landi”.

Per info: tel. 0523492410 – email: [email protected]

 

Il linguaggio dimenticato

Autore: liberospirito 17 Ott 2014, Comments (0)

Il linguaggio dimenticato è  il titolo di un saggio di Erich Fromm, apparso negli anni Cinquanta, in cui lo studioso tedesco (e naturalizzato americano), esamina la dimensione del sogno, del mito e della fiaba. Con il medesimo titolo prende avvio sabato prossimo, a Piacenza, presso la Biblioteca “Passerini Landi”, una serie di iniziative che si concluderanno il 22 novembre. Pittura, arte-terapia, fiaba, psicologia del profondo e formazione della persona sono alcuni degli ambiti che verranno toccati e approfonditi attraverso varie proposte. Di seguito riportiamo in forma sintetica il programma. Andando al link della biblioteca si possono recuperare informazioni più dettagliate.

2

sabato 18 ottobre, ore 17: Leader di sé in un mondo alla rovescia, incontro a cura di Mauro Scardovelli.

sabato 25 ottobre, ore 17: Omaggio a C.G. Jung, incontro a cura di Federico Battistutta.

sabato 8 novembre, ore 17: Suoni, gesti, forme, colori all’origine della narrazione, incontro a cura di Giulia Cremaschi Trovesi.

sabato 15 novembre, ore 17: Le fiabe non raccontano favole, incontro a cura di Silvano Petrosino, Enrico Garlaschelli e Matteo Bergamaschi.

Inoltre, dal 18 ottobre al 22 novembre sono allestite due mostre:

La ragazza mela, una fiaba dipinta, mostra di pitture di carta di Silvia Papi.

Un giorno sarai grande abbastanza per ricominciare a leggere le fiabe, mostra antologica di illustrazione per fiabe, a cura della Biblioteca ragazzi “Giana Anguissola”.

Infine, sabato 22 novembre, ore 16: Vedere, ascoltare, raccontare, laboratorio artistico per bambini dai 5 ai 10 anni, condotto da Silvia Papi.

Per info: 0523.492410 E-mail: [email protected]

La via della trasformazione. Una rassegna

Autore: liberospirito 26 Apr 2014, Comments (0)

meditazione

A partire da sabato 3 maggio, a Piacenza, presso la Biblioteca Passerini-Landi, prenderà inizio la rassegna  «La via della trasformazione».  La rassegna si propone di offrire, attraverso quattro incontri, alcune testimonianze sulla diffusione delle pratiche meditative e contemplative in Occidente.
Gli incontri si terranno presso il Salone monumentale della Biblioteca Passerini-Landi, via Carducci 14 (1° piano), a partire dalle ore 17. Questo il programma:

SABATO 3 MAGGIO: Coltivare semi di felicità. Video-intervista al monaco buddhista francese Matthieu Ricard. Con il commento di Federico Battistutta.

SABATO 10 MAGGIO: Passi leggeri su sentieri sassosi. Strumenti utili per la qualità della vita nelle condizioni di dolore. Conferenza di Diana Petech.

SABATO 17 MAGGIO: Passi di pace. Testimonianze video di Thich Nhat Hanh. Con il commento di Riccardo Grosso e del sangha di Piacenza

SABATO 24 MAGGIO: Swami-ji: un viaggio interiore. Documentario sulla vita indiana del monaco benedettino francese Henri Le Saux. Con il commento di Federico Battistutta.

Per uletriori informazioni:

tel. 0523-492408. E-mail: [email protected]
http://passerinilandi.biblioteche.piacenza.it
https://www.facebook.com/passerinilandi